Ricevi aggiornamenti delle migliori notizie in tempo reale con NewsHub. Installa ora.

Catalogna, spregiudicato per i moderati e traditore per gli indipendentisti: il destino segnato di Carles Puigdemont

11 ottobre 2017 18.20
14 0
Catalogna, spregiudicato per i moderati e traditore per gli indipendentisti: il destino segnato di Carles Puigdemont

Troppo spregiudicato per l’ala moderata, considerato un traditore dai movimenti indipendentisti più radicali. Dopo il “doppio” e contraddittorio annuncio davanti al Parlamento catalano, con il quale ha dichiarato la volontà di portare avanti il processo che renderà la Catalogna uno “Stato indipendente sotto forma di Repubblica” e, allo stesso tempo, di dover sospendere “la dichiarazione d’indipendenza per avviare il dialogo, perché in questo momento serve a ridurre la tensione”, il presidente della Generalitat de Catalunya, Carles Puigdemont, si trova a fare i conti con un governo centrale, quello di Madrid, irremovibile dalle proprie posizioni, con la consapevolezza di non poter andare al muro contro muro contro Mariano Rajoy e con il timore che cali presto il consenso popolare nei suoi confronti. “Credo che Puigdemont abbia il destino segnato – commenta Matteo Villa, esperto di Politiche Europee per l’Istituto di Politica Internazionale (Ispi) – Non credo che possa assumere la posizione del mediatore, perché troppo coinvolto nel processo indipendentista, e sa benissimo che non può andare al vero scontro con Madrid perché ne uscirebbe distrutto”.

Molto dipenderà anche dalle conseguenze che questo dietrofront avrà sul consenso della popolazione per Puigdemont. “È difficile avere il polso della situazione in questo momento, è ancora presto – conclude Villa –. La situazione vede una discreta polarizzazione su posizioni radicali da entrambe le p...

Per saperne di più

Condividi nei social network:

Commenti - 0