Belgio "italiano" e adios Sudamerica

7 luglio 2018 7.00

23 0

Belgio "italiano" e adios Sudamerica

Ah Sudamerica, Sudamerica. Tornano a casa Uruguay e Brasile, colpo grosso in Russia, di Francia e Belgio, la vecchia Europa rispedisce al mittente un pezzo di storia grande del torneo mondiale. I francesi hanno approfittato dell'assenza di Cavani e delle gaffe del portiere Muslera per fare propria una partita senza sangue, senza tensione a parte una mattana di Mbappé che ha voluto imitare il suo sodale parigino Neymar rotolando a terra dopo docile contatto con un uruguagio. Deschamps, che conosce l'altro calcio, non quello delle vedettes, lo ha richiamato in panchina per evitare il peggio. Uruguay dimezzato, dunque, dall'assenza del suo migliore costretto alla panchina e con Suarez assente alla chiamata. La squadra di Tabarez di più non poteva fare.

Il Brasile, invece, ha corso sulle uova, non capendo che il Belgio aveva scelto una tattica astuta, tenendo otto uomini a fare diga arretrata e lasciando Lukaku e Hazard a innescare velenosissimo contropiede dinanzi al quale la terza linea brasiliana è andata insieme. A parte l'autogol di Fernandinh...

Leggere anche: Volley, Mondiali; l'Italia sfida la leggenda Velasco. Blengini: "Ragioniamo gara per gara"

Per saperne di più

Per categoria pagina

Loading...