Frances, New York e la felicità

24 novembre 2013 11.04

31 0

Torino Film Festival. Frances, lo capisci sin dalle prime scene, è una Weirdo, ovvvero «una persona che gli altri considerano strana, che fa cose strane» (citiamo da Urban Dictionary). Ha ventisette anni e vive con la sua amica del cuore a Brooklyn. Anzi no, l’amica la ama tantissimo ma trova un appartamento più fico a Tribeca, e quindi la scarica in un secondo. Frances ora condivide con due ragazzi in un loft ancora più cool, almeno ci sta fino a che non finisce i dollari. Già perché la nostra eroina studia danza in una compagnia che forse la assumerà presto. Forse. Come uno dei suoi inquilini di passaggio sta per piazzare una sceneggiatura per la tv, no anzi per il cinema, addirittura Gremlins 3. Quasi probabilmente.

Un genere narrativo molto diffuso nel cinema e nella letteratura parla del “coming of age” (romanzo di formazione) considerando fondamentale, e doloroso, il passaggio dall’adolescenza all’età adulta. Ma c’è un altro momento altrettanto (se non più) drammatico e fragile nella vita degli umani: quello...

Per saperne di più

Per categoria pagina

Loading...