Madre surrogata si pente e rivuole il bambino, ma il tribunale dà ragione alla coppia gay

20 novembre 2017 16.05

12 0

Madre surrogata si pente e rivuole il bambino, ma il tribunale dà ragione alla coppia gay

il suo utero. E dovrà rinunciare al bambino, come deciso dal giudice di appello, rende noto il Telegraph online. La donna aveva firmato un accordo con i due partner che aveva conosciuto online, e a settembre del 2015 era volata a Cipro per eseguire il trasferimento di un embrione in una clinica specializzata. Poi il litigio e la decisione della madre surrogata e di suo marito di tenere il bambino, nato ad aprile 2016. La coppia di omosessuali ha dunque intentato causa, vinta in primo grado e ora anche in appello. I giudici hanno affermato che la decisione di permettere alla donna e a suo marito di vedere il bambino solo 6 volte l'anno è corretta.

In questo caso, dunque, i tribunali hanno dato maggiore importanza al fattore genetico (uno dei due componenti della coppia è il padre biologico del piccolo) e al benessere psicologico del bambino che, sempre secondo i giudici, verrebbe assicurato vivendo con il vero padre. I giudici hanno però bacc...

Leggere anche: Strasburgo condanna l'Italia: "Non ha riconosciuto nozze gay all'estero"

Per saperne di più

Per categoria pagina

Loading...