Mattarella incontra i familiari di Stefano Tachè, ucciso nell'attentato alla sinagoga di Roma

1 aprile 2015 18.34

39 0

Mattarella incontra i familiari di Stefano Tachè, ucciso nell'attentato alla sinagoga di Roma

"Mi trovavo in sinagoga per festeggiare insieme ai miei genitori, parenti e amici una festività religiosa. Ad un tratto l'inferno, bombe a mano, raffiche di mitra, urla disperate. Il bilancio fu terribile, la morte del piccolo Stefano e il ferimento di 40 persone". Sono le parole che Gadiel Tachè pronuncia al Quirinale davanti al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, messe nero su bianco in una lettera scritta il giorno dopo l'insediamento del Capo dello Stato.

Gadiel è infatti il fratello di Stefano, ucciso nel'attentato alla sinagoga di Roma il 9 ottobre 1982 e citato nel discorso di fronte ai Grandi elettori. Uno di quei riferimenti a persone e luoghi non casuali da parte di Mattarella, che vuole così richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica di fr...

Leggere anche: Prodi parla con Renzi: "Ma nessuna lista a mio nome"

Per saperne di più

Per categoria pagina

Loading...